image

Museo Archeologico Nazionale di Venosa

Venosa è un comune dell’area nord della Basilicata, sorge lungo l’antico tracciato della via Appia, un’importante strada romana che collegava Roma con Brindisi, uno tra i porti più importanti dell’Italia antica da cui partivano le rotte commerciali per la Grecia e l’Oriente. Venusia, questo era il nome della citta durante l’Impero romano, era uno dei centri più prestigiosi della Basilicata del tempo.

L’esposizione

Il Museo di Venosa è allestito all’interno del castello aragonese, nei camminamenti seminterrati della struttura edificata da Pirro del Balzo nel 1470. E’ incentrato in particolare sulla colonia latina di Venusia ma ospita anche gli importanti reperti preistorici. Da Notarchirico, uno dei siti paleolitici più antichi d’Italia, proviene un femore riferibile all’Homo Heidelbergensis vissuto 300.000 anni fa, è ritenuto il fossile di ominide più antico d’Europa; riferibili al Neolitico vi sono alcuni reperti ritrovati in un villaggio di Rendina, mentre alcuni corredi funerari databili alla Media età del Bronzo arrivano dai siti di Lavello e Toppo d’Aguzzo.

Cinque sezioni ospitano reperti che raccontano le fasi preromana e romana (la vita della colonia latina e del suo territorio dalla fondazione all’età imperiale) e poi tardoantica e altomedievale di Venosa. Di particolare rilevanza la collezione di sculture di età romana in cui primeggia la testa marmorea di Diadumeno del II sec. d.C. e le numerose epigrafi. Tra i reperti della prima fase dell’occupazione romana del territorio di Melfi vi sono alcune ceramiche daunie; mentre monete, ceramiche, elementi decorativi e architettonici permettono invece di definire la storia della città romana sino alle fasi più tarde.

Di particolare interesse è la sezione epigrafica, sia quella relativa alle iscrizioni romane di carattere funerario e pubblico sia per quanto riguarda quelle rinvenute a Banzi all’interno dell’Auguraculum, un tempio augurale dove le popolazioni italiche traevano auspici attraverso il volo degli uccelli. Da questa area sacra provengono nove cippi in pietra con iscrizioni in lingua osca.

Epigrafi e arcosolii figurati testimoniano lo stanziamento di un’importante comunità ebraica che, tra IV e IX secolo d.C., seppellisce i propri defunti all’interno di catacombe contigue a quelle cristiane.
  • Museo e parco Archeologico di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa
  • Meseo e Parco Archeologico Nazionale di Venosa

Il Parco Archeologico

L’area archeologica mostra i resti della città di Venusia, dalla fondazione romana fino al Medioevo. Le fonti ci dicono che questa colonia romana fu edificata su di una pre-esistente città sannitica dai romani nel 291 a.C., durante il periodo Repubblicano.

Nel Parco Archeologico sono presenti resti dei grandi complessi pubblici che caratterizzavano la città romana: l’impianto termale, l’anfiteatro di forma ellittica che si sviluppa su tre piani e i quartieri residenziali. Vi è anche una domus con mosaici e sono visibili alcuni assi viari che presentano ancora le caratteristiche basole delle strade romane.

Nella stessa area archeologica c’è anche l’Abbazia della Santissima Trinità di origine paleocristiana, su cui resti sono leggibili le diverse fasi costruttive, da quella romana al complesso episcopale degli albori del cristianesimo, fino alla successiva abbazia benedettina dell’epoca normanna. Le suggestive catacombe ebraiche possono essere visitate solo previa richiesta alla Soprintendenza.
image
  • Parco-Archeologico-Venosa
  • Parco-Archeologico-Venosa
  • Parco-Archeologico-Venosa

Informazioni

image
Museo Archeologico Nazionale di Venosa
piazza Castello
85029 Venosa (PZ)
Orari
Lunedì - Domenica 9:00 - 20:00
Martedì 14:00 - 20:00
Email
Tel.+39 0972 36095

Informazioni

image
Museo Archeologico Nazionale di Venosa
piazza Castello
85029 Venosa (PZ)
Orari
Lunedì - Domenica 9:00 - 20:00
Martedì 14:00 - 20:00
Email
Tel.+39 0972 36095
flagHome×